Niente Barriere sara'in manutenzione per qualche giorno, ci scusiamo per eventuali disagi.

28 dicembre 2010

Guida Megavideo, come oltrepassare il limite di 72 minuti di tempo con il player Streamo.tv

Martedì 28 Dicembre 2010, Benvenuti IP statici e dinamici. Sicuramente vi è accaduto di leggere sul web, per la verità anche in questo Blog, di diverse guide che propongono come oltrepassare il limite di tempo di 72 minuti imposto dal famosissimo Megavideo. Alcune di queste sono funzionanti mentre altre ... sono dei veri e propri raggiri! Non cito Illimitux né cacao web in quanto attualmente la loro funzionalità lascia a desiderare e, lo sottolineo, nel caso dell’eseguibile di cacao web (un file .exe) ... chi lo installa ...trova un bel malware (!!) .... non ditemi che non lo sapevate???

Quindi ora stai cercando una soluzione valida per guardare i film di Megavideo senza limiti di tempo??? Io oggi ti parlo di Streamo.tv, che  consente di guardare i video da Megavideo senza alcun limite. Premetto che Streamo.tv consente di guardare quei video, e tranquillamente, solo se acquisterai un account premium. Ma io mi sono chiesto: è obbligatorio acquistare l'account premium di Streamotv?

Breve presentazione di Streamo.TV


Ora vi illustrerò i 5 Punti che vi permetteranno di utilizzare il Player Streamo.tv:
  1. FireFox come Browser
  2. Registrazione Account.
  3. FireFox Plugin.
  4. Link del video da inserire (sono validi entrambi i codici ?V=…….. o ?d=……..).
  5. Cliccare su WATCH.
Registrazione Account

Come e-mail consiglio di usare la Gmail, sotto vi dimostro il perché!

Figura 1
In figura 1 abbiamo il link di conferma per l’attivare l’account. Ho notato che la mia mail su Libero.it non riconosce il link d’attivazione (ma magari è solo un mio problema).

Figura 2
Invece se guardate la figura 2 il Link di conferma d’attivazione viene riconosciuto sulla Gmail (magari è solo un caso). Dopo aver creato l’account di registrazione passiamo al punto 3.

FireFox Plugin

figura 3

figura 4

Vi basterà cliccare su Firefox Plugin e successivamente si aprirà la pagina del componente aggiuntivo "Streamo.tv" che si trova all'indirizzo internet https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/192498/

A questo punto clicchiamo su Aggiungi a FireFox e riavviamo il Browser. Con questa semplice procedura avrete installato il Player di Streamo.TV, complimenti!!!

Ma ora è obbligatorio acquistare un account premium di Streamo.tv???
  1. NO :)
  2. Avere abbastanza calma."La famosa virtù dei forti" :)
  3. Complimenti avete stretto amicizia con il tasto F5 (serve per aggiornare la pagina) :D
 STREAMO.TV

figura 5
Come potrete notare dall’immagine mi sono registrato (utente XXX) e ho inserito un link di un filmato di Megavideo. Faccio notare che a sorpresa Streamo.tv funziona bene con entrambi i codici ?v=…….. o ?d=…….. Dopo aver inserito il Link di megavideo, cliccate su WATCH per proseguire.

figura 6

figura7

Si aprirà la seguente pagina adescatrice proponendo le tipiche “offerte truffa”, potrei spiegare le stupidate che propongono ma evitiamo non ci perdiamo in chiacchiere.

figura 8

L’unica opzione che abbiamo aderito è stata quella di creare un account. Vi ricordo che senza l'account la procedura promessa non funziona.

figura 9

Incollare nuovamente il Link del video che volete vedere e cliccare su WATCH se non compare il PLAYER ripetere nuovamente. Può accadere di ripetere la stessa procedura più volte, ma come ho detto prima "la calma è la virtù dei forti".

figura 10
STREAMO.TV PLAYER
Breve Panoramica

figura 11

Oltrepassare il limite di 72min

figura 12
Quando finalmente si apre il Player di STREAMO.TV cliccate sul tasto Play/Pausa, mettendo il lettore in Pausa. Fate caricare il Buffering del video quasi tutto (ci può volere anche mezzora ma dipende dal tipo di connessione che possedete).

figura 13

Come potrete dal Buffering del video (caricato al 100%) abbiamo oltrepassato il limite di 72 minuti!!!

figura 14

Notare la qualità del video (Ottima).

Analisi Finale: Domande e Curiosità
Come abbiamo oltrepassato il limite di 72 minuti? Semplice, ho applicato una vecchia procedura che si è rilevata utile, e simile, al metodo di sfruttare la modalità offline (mettete in pausa il film all’inizio e lascialo fino alla fine del buffering. Cliccare sul tasto Play in stato Offline con il router spento o togliendo il cavo, mettendo in offline il browser). Nel nostro caso non ho spento nulla. Ho sfruttato la modalità in linea.
Vi consiglio caldamente di usare STREAMO.TV con Google Chrome. Questo perché non solo eviterete di installare il componente aggiuntivo del player, ma anche di sfruttare l’elevata velocità di caricamento del Buffering di Chrome, maggiore rispetto a Firefox.
Vi posso dire che facendo cosi io ho preso visione di diversi film e senza incombere nel problema  dei 72 minuti di tempo.
Inoltre consiglio di mettere il film in pausa, facendo caricare al 100% il Buffering del film e, al termine del caricamento, cliccate sul tasto Play e buona visione.
Sconsiglio caldamente di acquistare un account premium perché la risposta è semplice: io non agevolo la pirateria e tanto meno pago un servizio che in Italia è illegale mentre all’estero è per lo più legale. Per chi non lo sapesse v'informo che Megavideo ha i server ad Hong Kong dove la legge locale dice che è possibile uploadare un video con copyright protected. Purché la qualità di quest'ultimo sia degradata.
Qui è illecito linkare su siti pubblici files con copyright protected. Tutto quello che possono fare in Italia per impedire gli accessi a Megavideo è mettere un blocco DSN solo sul territorio nazionale, perché ciò che è illegale qui, non lo è dove il server è situato, e quindi non è che possono chiudere megavideo in tutto il mondo perché in Italia la legge dice che è illegale.
In Italia tutto ciò che è definito Illegale è a pagamento! Questo avviene anche in altre parti del mondo, ma qui più del dovuto. STREAMO.TV anche se è un servizio a pagamento, come vi ho fatto notare, nel raggirare il sistema, non ho fatto nulla di illegale, quindi sonni tranquilli per tutti :)
Il Saggio dice: chi possiede il dono della sapienza si può definire come "una luce intellettuale che permette di vedere senza deformazioni o fraintendimenti, essa non consiste quindi in una "quantità" di cose da sapere, bensì in una particolare luce di discernimento che permette alla persona di leggere i fatti e le situazioni della vita.
Per qualsiasi problema o chiarimento a quanto vi ho esposto lasciate pure un commento.
Auguro a tutti una buona giornata e l'Augurio di Buon Anno,
da Salvatore Falletta.

24 dicembre 2010

22 dicembre 2010

Disabili, Paola Benvenuti e la Grotta Bianca

La storia di Paola prima disabile che ha raggiunto la Grotta Bianca. Dopo approfondite ricerche negli archivi delle grotte, il dato è stato confermato: sabato 27 novembre un diversamente abile ha percorso tutti i 1500 metri previsti dalla visita, raggiungendo, per la prima volta nella storia delle grotte, la spettacolare Grotta Bianca. Non era mai accaduto che una persona in carrozzina arrivasse fino a quello che viene definito uno dei luoghi più belli al mondo, ma Paola Benvenuti, questo il nome della pioniera, è arrivata alla meta.
Tutto ciò è stato possibile grazie agli organizzatori del corso “Disabilità e Turismo” che hanno invitato la signora Benvenuti ad intervenire al corso per portare la propria testimonianza diretta di viaggiatrice disabile.
Paola Benvenuti è scesa dapprima nella Grave per poi attraversare le altre caverne con l’ausilio del dott. Francesco Manfredi, direttore del corso, e del dott. Sergio Carpinelli, ideatore e organizzatore del corso nonché guida turistica e speleologo. Emozionante l’arrivo in Grotta Bianca, quando, all’accendersi delle luci, il bianco delle stalattiti e stalagmiti ha riempito lo sguardo di tutti gli intervenuti. Grande anche l’emozione di Paola Benvenuti, la prima persona disabile ad ammirare un luogo unico al mondo.

da FaxOnline.it
Fonte: Info...News Handicap

20 dicembre 2010

Disabili: Avila (Spagna) vince premio città su misura

(foto http://www.spagna.cc/avila_spagna.html)
Avila, città spagnola, ha vinto la prima edizione del premio per le città a misura di disabili (Access City Award) per aver migliorato l’accesso alle persone disabili. Il premio annuale rientra nella strategia promossa dall’UE a favore dei disabili e dei loro diritti. Si propone di sensibilizzare l’opinione pubblica alle difficoltà che i portatori di handicap incontrano nelle aree urbane e di riconoscere l’impegno delle città contro le barriere architettoniche.
Avila, situata ad ovest di Madrid, ha vinto per aver migliorato l’accessibilità degli edifici pubblici, grazie anche ad una programmazione urbana avviata sin dal 2002 in collaborazione con le associazioni dei disabili e degli anziani. La città ha anche previsto incentivi in tal senso per il settore privato e migliorato l’accesso dei disabili alle strutture turistiche e al mondo del lavoro.
Avila, insieme a Barcellona (Spagna), a Colonia (Germania) e a Turku (Finlandia), era una delle quattro finaliste scelte tra 66 città europee che si erano candidate al concorso.
Il premio è stato consegnato a Bruxelles nell’ambito di una conferenza di due giorni, organizzata in occasione della Giornata europea delle persone disabili (3 dicembre).
Tra i temi affrontati nel corso della conferenza: riconoscimento reciproco delle tessere nazionali d’invalidità, opportunità di studio e lavoro all’estero, sistemi previdenziali e accesso alle attività culturali e per il tempo libero.
Migliorare l’accessibilità delle strutture è uno dei punti chiave della strategia europea  adottata lo scorso novembre per il periodo 2010-2020.
Tra le altre proposte, la strategia prevede iniziative per migliorare l’accesso dei portatori di handicap agli edifici, ai trasporti e altri servizi e alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.
Circa 80 milioni di persone che vivono nell’UE presentano una disabilità più o meno grave. Le barriere architettoniche che incontrano per andare a scuola o al lavoro rischiano di emarginarle. Meno possibilità di istruzione e occupazione si traducono in un tasso di povertà che nei disabili è del 70% superiore alla media.

fonte http://www.europaregioni.it/info/articolo.asp?id_info=8842&id_area=17

Per chi volesse saperne di più clicchi qua

10 dicembre 2010

La sedia vuota di Liu Xiaobo, non ha potuto ritirare il Premio Nobel

(la sedia vuota di Liu Xiaobo (foto Afp))
Nella sala delle feste del Palazzo del Municipio di Oslo si è svolta oggi la cerimonia per la consegna del Premio Nobel e, come potete vedere dalla foto, c'era una sedia vuota. Stiamo parlando della sedia dove si sarebbe dovuto sedere "il dissidente" cinese Liu Xiaobo (insignito del premio Nobel per la pace), e che invece è ancora rinchiuso in un carcere dove sconta una pena di undici anni per «incitamento alla sovversione», pena inflitta dal ben noto regime cinese. Il regime nella giornata di oggi ha come al solito risposto con la censura all'avvenimento, e nel suo territorio ha oscurato tutte le emittenti satellitari internazionali (Bbc, Cnn, Tv5 etc.). Ma non solo, espressioni come "sedia vuota", "Nobel per la Pace" e "Oslo" sono state categoricamente vietate sui siti internet cinesi. Questo perché i Blogger cinesi avevano iniziato a mettere in rete foto di sedie vuote, con evidente riferimento a Liu Xiaobo. Vi ricordo che oltre la Cina sono stati ben 17 i Paesi che non sono stati presenti alla cerimonia della consegna dei Premi Nobel: Russia, Arabia Saudita, Egitto, Venezuela, Filippine, Kazakistan, Tunisia, Pakistan, Iraq, Iran, Vietnam, Afghanistan, Sudan, Cuba, Marocco, Algeria e Autorità nazionale palestinese.

06 dicembre 2010

In Spagna trovati i resti di un disabile di circa 500.000 anni fa

(foto http://www.express-news.it/)
Sono state rinvenute in Spagna, nella località chiamata Sima de los Huesos, alcune ossa fossilizzate (parte del bacino e la parte inferiore della colonna vertebrale) risalenti a circa 500.000 anni fa che apparterrebbero al primo uomo anziano disabile mai identificato dagli studiosi. L'uomo apparteneva alla specie Homo heidelbergensis, che alcuni ritengono sia vissuta solo in Europa, ultimo anello comune che congiungerebbe noi all'Uomo di Neandertal.
Le analisi dimostrano che il soggetto aveva più di 45 anni (gli studiosi non sono riusciti ad essere più precisi) e soffriva di una deformità spinale che doveva causagli dolori molto forti costringendolo a camminare ricurvo. "Doveva fare uso di un bastone" spiega Bonmati, ricercatore alla Universidad Complutense de Madrid e all'Istituto Sanitario Carlos III, "proprio come tanti anziani di oggi, e sicuramente non era in grado di cacciare e procurarsi il cibo da solo né trasportare carichi pesanti, quindi doveva dipendere dagli altri membri del gruppo". Questo ritrovamento sarebbe dunque la prova che anche tra questi primi gruppi esisteva soliderietà e compassione e rappresenterebbe una delle prime tracce di questi sentimenti sociali in comunità così antiche. L'Homo heidelbergensis aveva un cervello piuttosto grande e alcuni suoi aspetti anatomici, come la parte interna dell'apparato uditivo altamente sviluppata, suggerirebbero che avesse già una forma di linguaggio parlato che avrebbe permesso un legame più forte tra i vari individui.
Nell'ambito di queste ricerche è da menzionare anche lo studio recentemente pubblicato dalla rivista Time and Mind relativo ad altre forme di disabilità, che riguardano questa volta Uomini di Neanderthal. E' stato infatti rinvenuto un bambino con una anomalia cerebrale congenita che non è stato abbandonato ma è vissuto fino all'età di 6 anni e un individuo con un braccio atrofizzato, un piede deforme e cieco di un occhio, che è vissuto fino all'età di 20 anni a testimonianza del fatto che, come ha sostenuto Bonmati, "la compassione è forse l'emozione umana più basilare."
Fonte Antikitera

I nomi più diffusi in Italia

L'indagine diffusa dall'ISTAT "Natalità e Fecondità" conferma l’Atlante dell’infanzia, presentato da Save the Children, e rivela dati precisi sulla diffusione dei nomi nel nostro paese. Questa classifica porta ai primi trenta nomi più frequenti in Italia e vede al primo posto, per quanto riguarda i bambini, il nome di Francesco soprattutto nelle regioni centro meridionali e Alessandro nel Nord Italia. Il nome Matteo è il più diffuso in tre regioni del Nord, e cioé Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia. In Campania e Sicilia continuano ad amare nomi come Antonio e Giuseppe, che si confermano al quarto e quinto posto della classifica nazionale. Tra le bambine il primato che va a Giulia, che si impone in ben nove regioni, seguita a breve distanza da Sofia che ne conquista altre cinque. Martina, Francesca e Sara sono nomi presenti maggiormente nelle regioni centrali e meridionali. In questa ricerca molto interessanti sono i dati che riguardano le preferenze anagrafiche dei bambini nati da genitori stranieri. L’elemento che risulta subito evidente è che si confermano gli stessi nomi di papà e mamma italiani. Giulia e Sofia con l’aggiunta di Alessia per le femmine, Matteo e Alessandro per i maschietti. Tra i nomi di origine straniera molto diffusi sono Aya, Adam, Mohammed, Rayan, Omar, Cristian, Kevin e Youssef. Sono questi simboli di un’integrazione maggiore anche in Italia.  Per i quanto riguarda i nomi scelti dai genitori per i loro figli nomi come Edoardo, Nicolò e Giacomo, per i maschi, stanno avendo in questi ultimi anni una brusca battuta d’arresto, cosi come Valentina, Marta e Nicole per le bambine.

un saluto da Ray

04 dicembre 2010

Mobilitazione Nazionale per l'Acqua Pubblica



Cari amici oggi torniamo a parlare di Acqua Pubblica e Gratuita, per informarvi che nella giornata di oggi (4 dicembre) in tantissime città italiane si svolgerà una manifestazione per chiedere una moratoria che permetta di votare quanto prima (nel 2011) il referendum sull'acqua pubblica (promosso dal Forum Italiano per i Movimenti per l'Acqua), visto anche lo straordinario successo della raccolta delle firme in tutta Italia. Per l'occasione in tutte le piazze verrà letta una  la lista "in stile vieni via con me", redatta dal gruppo comunicazione del forum dei movimenti per l'acqua pubblica. Lista e impaginazione grafica per chi li volesse sono scaricabili cliccando qui. Prevista anche la diretta radio in streaming, ascoltabile su  www.acquabenecomune.org grazie alla collaborazione di Radio Transizione di Fase, Radio Ciroma e Radio Sherwood. Oltre alla diretta radiofonica, grazie all'ausilio di Global Project ci sarà anche una diretta sms. Chiunque può mandare aggiornamenti che saranno inseriti direttamente sul nostro sito via sms al numero 389-5313511. Sarà un modo simpatico per essere aggiornati con tutte le piazze d'Italia. Chi volesse mandare delle foto della giornata di oggi può farlo mandando una e-mail a ufficiostampa@acquabenecomune.org, che l'occasione creerà una gallery della manifestazione.

FIRMA LA MORATORIA

Per l'occasione il cantautore siciliano Toti Poeta ha reallizzato un video musicale sull'acqua con la collaborazione di un testimonial d'eccezione: Pietro Sermonti (dalla fiction Un medico in famiglia). Il video è stato messo in Rete da Ilgiovaneilio.

“La Costituzione? Con gli handicappati non si applica”

Sul sito del Comune di Roma una serie di frasi sconcertanti e discriminatorie contro i disabili.

«Sul sito del Comune di Roma sono state pubblicate frasi contro i disabili». A denunciare l’episodio di razzismo, come racconta Repubblica in un articolo di Giovanna Vitale, sono i deputati del Pd Ileana Argentin, Walter Verini e Maria Coscia, che hanno presentato un’interrogazione al governo.

Secondo i tre parlamentari, sulle dispense messe online sul sito Formez Italia e destinate alla formazione dei funzionari pubblici del Comune di Roma sarebbero presenti «frase discriminatorie nei confronti dei portatori di handicap ». A finire sotto accusa sono, in particolare, le dispense di diritto costituzionale presenti sul sito nella sezione “Roma Capitale — Corso per funzionario amministrativo”.

«Chiunque può leggere le dispense di diritto costituzionale piene di strafalcioni giuridici — dicono Argentin, Verini e Coscia — e, cosa ancora più grave, di affermazioni discriminatorie come la seguente: “L’articolo 3 della Costituzione nella prima parte enuncia il principio di uguaglianza, formale in quanto esseri umani (assenza di norme discriminatorie). Non bisogna però considerare uguali a noi persone in condizioni inferiori alle nostre (handicappati)” ». Parole che i deputati del Pd considerano «di estrema gravità. È una indecenza senza pari — dicono — che queste cose siano scritte sul sito del Comune di Roma».

In serata, il Campidoglio è corso ai ripari. «Il dipartimento Risorse umane — si legge in una nota ufficiale — ha chiesto a Formez Italia di rettificare il passaggio assai sconcertante contenuto in una delle dispense.

Fonte Giornalettismo

03 dicembre 2010

Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità



Dal 1998, ogni 3 dicembre viene celebrata in tutto il mondo la Giornata internazionale delle persone con disabilità, ufficialmente promossa dall'ONU. Circa il 10% della popolazione mondiale, pari a 650 milioni di persone, ha una disabilità. L'80% dei disabili (più di 400 milioni di persone) vive nei paesi poveri. Il 90% dei bambini con disabilità dei paesi in via di sviluppo è escluso dalla scuola. Circa 20 milioni di donne sono disabili a causa di complicazioni della gravidanza o del parto. In tutto il mondo le persone con disabilità affrontano ostacoli alla partecipazione sociale, barriere architettoniche, pregiudizi culturali, negazione dei diritti umani e civili. Secondo i dati dell’ultimo Annuario Statistico della Chiesa, nel mondo ci sono 15.985 Case per anziani,malati cronici, handicappati, gestite dalla Chiesa, di cui 8.265 in Europa, 4.143 in America, 2.234 in Asia, 834 in Africa, 509 in Oceania. Disabilità e povertà sono strettamente legate e sono ciascuna la causa dell'altra. I due ambiti che più penalizzano i diritti di queste persone sono l'istruzione e la salute. In Italia l'Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau (AIFO) ha scelto di impegnarsi sul territorio nazionale per diffondere la promozione dei diritti delle persone disabili a tutti i livelli, con particolare attenzione a quelle che vivono nelle aree più disagiate ed economicamente svantaggiate del pianeta. Nel mese di dicembre i Gruppi AIFO si attiveranno con centinaia di volontari per organizzare eventi, dibattiti, spettacoli centrati sui temi della disabilità, dei diritti umani e dello sviluppo. (AP) (29/11/2010 Agenzia Fides)

02 dicembre 2010

UFO e Piramidi, il Dott. Shaheen smentisce tutto

Lunedì scorso questo Blog ha riportato la notizia secondo cui un importante archeologo egiziano (il Dott. Alaeeldin Shaheen) avrebbe dichiarato in una conferenza stampa che gli alieni avrebbero aiutato gli egiziani a costruire la Piramide di Giza. Ma non solo, sempre secondo le dichiarazioni del Dott. Shaheen, all'interno di questa piramide ci sarebbe qualcosa che "non appartiene a questo mondo", quindi qualcosa di alieno. Dopo alcuni giorni, visto lo scalpore che la notizia ha avuto in tutto il mondo (grazie soprattutto a internet), è arrivata la smentita del Dottor Shaheen. La fonte di quanto leggerete qua sotto è del Centro Ufologico Taranto (http://centroufologicotaranto.wordpress.com/)


UFO nelle Piramidi? Il Dr. Shaheen smentisce
Qualche giorno fa impazzava in rete la dichiarazione dell’ archeologo Alaeeldin Shaheen, sull’esistenza di qualcosa di alieno (inteso come “non di questo mondo”) all’interno delle piramidi. Beh, a quanto pare la notizia è del tutto falsa, così come riportato dal portale “Noi e gli Extraterrestri”, che ha contattato direttamente il Dr. Shaheen (in foto a lato). Vi riportiamo direttamente la risposta dell’ archeologo:

Dear Analisa (direttrice del blog suddetto, ndr)
Thanks for your Email.
Kindly be informed that I did not gave any announcemet about Pyramids and that false theory about aliens and related subjects. It is totally a false statement.
I could not as archaeologist say something like tha.
Sincerly Yours
Porf. Alaaeldin SHAHEEN
Ex-Dean of the Faculty of Archaeology,
Cairo University,EGYPT
Pof. of Ancient History and Culture of Egypt and Near East
La traduzione:
Cara Annalisa
Grazie per la vostra email.
Si comunica che non ho dato nessun annuncio concernente le Piramidi e quella falsa teoria sugli alieni e argomenti correlati. E’ una dichiarazione assolutamente falsa.
In quanto archeologo non potrei dire una cosa del genere.
Cordiali Saluti
Porf. Alaaeldin SHAHEEN
Ex-Dean of the Faculty of Archaeology,
Cairo University,EGYPT
Pof. of Ancient History and Culture of Egypt and Near East
(Il Centro Ufologico Taranto)

01 dicembre 2010

Pedopornografia su Internet, Italia al 5° posto


La pedopornografia online è un settore che non conosce crisi, anzi controllando gli ultimi dati diffusi dall'Osservatorio Internazionale di Telefono Arcobaleno, si constata purtroppo che il volume d'affari di questi mostri cresce di anno in anno. Le vittime di questo odioso mercato internazionale sono i bambini e per molti di loro, purtroppo, non si conosce nemmeno la loro identità. L'unica cosa certa è che hanno meno di 10 anni. «Lo sfruttamento sessuale dei bambini nell'ambito della pedopornografia è stato erroneamente considerato per troppo tempo alla stregua di un crimine informatico piuttosto che, come dovrebbe essere, una vera e propria forma di riduzione in schiavitù, con la conseguente scarsa attenzione all'identificazione delle vittime, alla loro cura, al sostegno e al reinserimento sociale». Parole, amare, queste del Presidente di Telefono Arcobaleno Giovanni Arena.

Alcuni dati:
  • 45.000 i siti pedopornografici rilevati in Rete nel 2010;
  • Italia al 5° posto nel mondo per consumo di pedopornografia con il 4,7% (preceduta da USA 23%, Germania 18,6%, Russia 5,7% e Regno Unito con il 5,7%). 
  • Il paese che vanta il maggior numero di provider (ovvero di quelli che ospitano siti pedopornografici) è la Germania (1.079), seguito da Usa (614), Olanda (467), Russia (240) e Thailandia (53). 
  • I provider che ospitano siti pedoprnografici segnalati nel mondo dal 1996 a oggi sono stati 322.482, con un incremento nel 2010 del 6% (2.580). 
Leggi il Rapporto Integrale di Telefono Arcobaleno in PDF (in lingua inglese)
Telefono Arcobaleno http://www.telefonoarcobaleno.org/it/index.php
Per segnalare un sito pedopornografico vai su http://www.hot114.it/

Tutti i Post del Mese (Novembre 2010)


Cari Amici, eccoci di nuovo qua con la consueta rubrica riepilogativa dei Post del Mese. Quest'oggi occupiamoci del Mese di Novembre:
  1. Tutti i Post del Mese (Ottobre 2010)
  2. Il sesto senso degli animali
  3. Internet, danni alla memoria per chi ne abusa
  4. Anna gloria, una storia che non sta in piedi
  5. Nucleare, Greenpeace: "Siamo di fronte ad una vera e propria truffa"
  6. Trent'anni di bugie, vi svelo la truffa dei partiti. Tutti: destra e sinistra
  7. Disabile o Diversamente Abile?
  8. Sexy nonostante la carrozzina: parola di Antonietta Laterza
  9. Mara Carfagna e la TV
  10. Le sette piaghe bibliche del mondo contemporaneo
  11. Marco Travaglio contro Roberto Saviano?
  12. Aung San Suu Kyi libera!
  13. Berlusconi minaccia la guerra civile
  14. E' morto il Maestro Pregadio: un Mito!
  15. Arrestato per ripicca il boss Antonio Iovine
  16. In difesa dei bambini spopolano le foto dei cartoni animati più amati su Facebook
  17. Per Google è boom per le Ministre del PDL. Le ricerche Hot tra fetish, erotismo e sesso.
  18. Disabili, SLA e 5 per Mille
  19. Cancro al cervello, scoperte le cellule staminali cattive
  20. Disabili in Italia, Davide Anzalone a Vieni Via Con Me
  21. Corrado Guzzanti a Vieni Via Con Me, testo e video
  22. Ennesima telefonata di Berlusconi a Ballarò, basta non se ne può più!
  23. Non toccate il 5 per mille
  24. Per la prima volta in Italia Google si fa pubblicità in tv:"Cosa cerchi oggi?"
  25. Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne
  26. Il destino dell'Italia è segnato, la politica cieca e sorda tira dritto
  27. Bimbi non vaccinati? Genitori in Tribunale
  28. Colletta Alimentare 2010
  29. Egitto, le piramidi frutto degli Alieni? Un importante archeologo egiziano dice di si!
  30. Mario Monicelli "Ci vorrebbe la rivoluzione"
  31. Dario Fo, le cose che Machiavelli direbbe ai governanti italiani (da Vieni via con me 29/11/2010)
Per quanto riguarda il consueto riepilogo delle statistiche mensili in questo post, segnalo una curiosità: il mese di Novembre ha avuto l'11,69% delle visite totali di questo Blog, piazzando nella speciale classifica delle visite al secondo posto (al primo posto è il mese di Maggio 2010 con il 12,63% delle visite totali). Per quanto riguarda invece le pagine viste, Novembre 2010 è al terzo posto, preceduto dai mesi di Maggio e Aprile, sempre 2010.
Ecco il dettaglio di Novembre (fonte Histats).

Novembre 2010
  • Visitatori  6.304
  • Pagine Viste 8.119 (media 1,2)
  • Nuovi Visitatori 5.165
Segnalo infine che Blogger, con le sue statistiche, ha conteggiato (escludendo naturalmente le visite degli Admin) ben 10.785 pagine viste.
Grazie a tutti da
Ray e Soter