Niente Barriere sara'in manutenzione per qualche giorno, ci scusiamo per eventuali disagi.

28 settembre 2008

Il G8 della povertà

Zuri, il G8 della povertà

E' partito dalla Sardegna ieri Sabato 27 Settembre 2008 l'appello del G8 dei Poveri contro la povertà agli "8 Grandi della Terra", che s'incontreranno nel Summit di luglio 2009, proprio in Sardegna, nell'isola di La Maddalena.
Un lunghissimo serpentone pieno di colori e bandiere, il corteo partito da Soddì, uno dei più piccoli comuni della Sardegna, e che per 2 chilometri ha raggiunto Zuri (frazione di Ghilarza) sulle sponde del Lago Omodeo nell'alto oristanese, per arrivare a Boroneddu e Ghilarza.
Migliaia di persone (i dati ufficiali parlano di 4.000) arrivate da tutta la Sardegna e non solo, per lanciare ai potenti del mondo un appello perché dichiarino guerra finalmente alla povertà, deliberando misure adeguate per contrastarla.

L’obiettivo dei promotori, tra cui molte associazioni, sindacati e della Chiesa, è quello di redigere la “Carta di Zuri”, ossia un documento sui problemi concreti che affliggono la Sardegna, e che verrà consegnata ai rappresentanti del summit internazionale il prossimo anno, oltre che ai rappresentati del Governo Italiano e della Sardegna.
Ad aprire il corteo è stato un gruppo di sindaci del territorio, guidati dal primo cittadino di Ghilarza, Stefano Licheri, che avrà il compito materiale di far pervenire la Carta di Zuri ai potenti del mondo. "La povertà è ingiusta e illegale" si legge nel documento in cui si riafferma l'impegno dei sardi a costruire una società "di liberi e di giusti", dove il popolo partecipi alle decisioni dei suoi governanti, le scelte vengano condivise e i diritti di cittadinanza siano costantemente rispettati.

Assieme a migliaia di sardi in marcia c'erano anche molte decine di immigrati, in rappresentanza di oltre 30 nazioni, per difendere il diritto a un lavoro e a una vita dignitosi dei poveri di tutto il mondo. La povertà, hanno detto gli organizzatori, è un fenomeno che in Sardegna riguarda ormai 300 mila persone (il 16,9 delle famiglie sarde, dati ISTAT), un numero che tende ancora a crescere con l'impennata dei prezzi di tutti i beni di prima necessità.
Su YouTube grazie all'utente Costantinoplus è possibile vedere alcuni frammenti video della manifestizione di ieri.

9 commenti:

Aly ha detto...

Ciao!!ma sai ke nn ne sapevo nulla di questa manifestazione?grazie mille x la notizia!(cm sempre i TG nazionali nn ne hanno parlato..)

PS= grazie x aver accettato lo scambio link!

Niente Barriere ha detto...

Oramai le notizie di vero interesse non le danno più... in tv e giornali ;)
Sia Benedetto Internet :)

Ciao Aly :-)

Stefano Flore ha detto...

Ciao Raimondo e bentornato nel mondo dell’informazione libera!

La manifestazione è stata pubblicizzata sull’Unione Sarda e La Nuova Sardegna, e forse anche sui TG locali. Quindi non è stata - per fortuna - del tutto anonima.

Sul tema trattato, da appassionato viaggiatore e amante dell’Africa, non posso che testimoniare il gravissimo livello di povertà dei paesi del terzo mondo, ma posso fare anche di più: affermare che gli stati del G8, quelli che dovrebbero fare la differenza, non fanno un beneamato niente! La gente tira a campare come può, con quello che la natura e la fortuna offre, sostenendosi a vicenda. Il vero aiuto, quello disinteressato e veramente utile, l’ho visto attuato (quasi) solo da associazioni non governative e da volontari. E su questo aspetto vorrei far notare che in Italia, a fronte di un governo facinoroso e arrogante, abbiamo tantissimi cittadini impegnati attivamente in raccolte fondiarie e missioni sul campo.

Come ben sai, Raimondo, l’anno prossimo cercherò con tutti i mezzi di entrare a far parte di questa schiera di volontari ;)

Niente Barriere ha detto...

Grande Stefano sono d'accordo in quello che tu dici e tu lo sai che avrai sempre il mio appoggio.
Aggiungo alle tue considerazioni soltanto che le conosciutissime associazioni governative che si dovrebbero occupare di combattere la fame e quant'altro nel mondo, non servono ad altro ad incrementare le medesime :-( , Anzi esse se ne infischiano dei milioni anzi miliardi di persone che nn sanno più cosa fare per portare a casa un po di cibo giorno dopo giorno, visto che fan parte della categoria globale che sforna grazie a tante parole di facciata... montagne di soldi per se stessi... e per chi le fà vivere.
Decisamente di aiuto sono invece le tantissime associazioni con tantissime persone all'interno, di cui stefano parla, che non ricevono soldi statali e che effettivamente contribuiscono, loro si! ad alleviare le sofferenze di tantissime persone, andando in contro a tantissime difficoltà non soltanto economiche.
Concludo che la notizia del G8 dei Poveri secondo me meritava un maggiore risonanza mediatica nn fermandosi ad organi mediatici regionali... ;)
Che aggiungere: W internet e la sua Informazione Libera Senza Confini!!!! ;) :-)

Andrew ha detto...

evviva internet raimondo!
buon inizio di settimana

Altri libri ha detto...

ciao, finalmente sei tornato, cominciavo a sentire la tua mancanza e i tuoi post.

Crocieristi ha detto...

ciao e ben tornato. alla carica ora

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)