Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2015

Accessibilità è anche rendere fruibile un servizio

Immagine
Quando la disabilità – e soprattutto le competenze culturali, professionali e umane – ispira un modello di formazione e consulenza utile a tutti, senza distinzioni: è questa la filosofia del Progetto “Yeah!”, presentato nei giorni scorsi, che punta a mettere in contatto la domanda di formazione, istruzione e tutoraggio e l’offerta di corsi che divulgano saperi e conoscenze. Perché l’accessibilità non si misura solo abbattendo barriere, ma anche rendendo fruibile un servizio Urko Carmona Barandiaran Un allenamento dello spagnolo Urko Carmona Barandiaran, campione del mondo di paraclimbing, intervenuto alla presentazione del Progetto “Yeah!”. Il fortissimo scalatore su roccia ha ottenuto risultati straordinari, battendo anche numerosi atleti senza disabilità, nonostante l’amputazione della gamba destra Qualche tempo fa due giornalisti di rango come Massimo Fini e Maurizio Molinari [se ne legga su queste stesse pagine, N.d.R.] sono andati in conflitto, l’uno perché a causa della prossima…

Integrazione, la testimonianza: "Io, disabile, su Facebook grazie agli studenti"

Immagine
Gli ospiti della coop L’Ovile imparano l’informatica grazie ai giovani del liceo Morodi Alessandra Codeluppi. Un clicper sentirsi meno soli.Spesso, infatti, le barriere che i disabili devono affrontare non sono fatte soltanto di muri, ma anche di cultura e mancate opportunità. Ad abbatterle ci stanno pensando alcuni studenti del liceo Moro: sono loro, infatti, gli speciali insegnanti di 18 disabili adulti, seguiti dal centro socio-occupazionale ‘Nessuno escluso’ che fa parte della cooperativa sociale L’Ovile.Da gennaio, ogni giovedì pomeriggio, alcuni ragazzi delle classi terze e quarte della scuola, iscritti all’indirizzo scienze applicate, trascorrono un paio d’ore con i disabili davanti alcomputer nelle aule del Moro. «È la prima volta - spiegaGianluca Romersa, referente di Officina educativa del Comune - che il progetto ‘Giovani protagonisti’coinvolge i disabili in un’iniziativa». L’input è venuto proprio da loro: «Ci hanno chiesto di poter imparare un po’ di informatica: c’era chi…

8 Maggio Giornata Mondiale della Talassemia

Immagine
Cari amici oggi 8 Maggio 2015 è la giornata mondiale della talassemia (una malattia ereditaria che comporta anemia, cioè una diminuzione della presenza di emoglobina utile al trasporto dell'ossigeno nel sangue. fonte Wikipedia). Per far fronte a questa malattia molto diffusa in Sardegna servono delle urgenti trasfusioni di sangue. Sangue che purtroppo, soprattutto nella mia Regione manca da molto tempo. Per cui vi invito, chi può, per favore a donare il sangue. Un piccolo, grande gesto che salva per davvero una vita umana. A tal riguardo pubblico un appello pubblicato su Facebook da Ivano Argiolas presidente dell’associazione “Thalassa Azione”, da lui fondata nel 2011, di cui questo Blog si è già occupato in passato (vedi http://nientebarriere.blogspot.it/2013/04/talassemia-una-cura-rivoluzionaria-new.html).

Festival delle Abilità Differenti, 17a Edizione

Immagine
Dal 16 al 26 maggio si svolgerà la 17a edizione del Festival delle abilità differenti, organizzato dalla Cooperativa Nazareno, il titolo di quest'anno è "Invincibili fragilità".
Come ogni anno le città che ospiteranno questo evento sono Bologna, Carpi, Correggio e Sorbara.
Il Festival delle abilità differenti ha come scopo quello di far comprendere che ogni persona, al di là dei propri limiti, può esprimere, attraverso l'arte, le proprie potenzialità .
Dalle fragilità può nascere la speranza attraverso il talento, che è espressione dell'anima, e trasformarsi in bellezza invincibile.
Nelle città su citate si svolgeranno vari appuntamenti:

Un percorso per disabili nell’area archeologica di Tamuli

Immagine
Mercoledì 19 maggio sarà inaugurato il percorso per disabili visivi realizzato nel complesso archeologico di Tamuli dalla Fondazione Promotea alla quale il comune di Macomer ha affidato la gestione dei siti archeologici e museali. Il percorso è stato realizzato nell’ambito del progetto “Tamuli in ogni senso”, un progetto sostenuto dall’assessorato regionale alla Cultura e dalla Soprintendenza ai beni archeologici, finanziato dalla Fondazione Banco di Sardegna e cofinanziato dall’Unione dei Comuni del Marghine.

La pizza sospesa di Ciro Oliva. Cento pizze per la solidarietà

Immagine
La pizza sospesa di Ciro Oliva. Cento pizze per la solidarietà nell'iniziativa (replicabile) in stile partenopeo.
Il giovane pizzaiolo del rione Sanità segue le orme dei suoi predecessori e dedica uno spazio alla pratica della pizza sospesa: offerta libera pensando agli avventori in condizioni precarie. La prima distribuzione si è svolta lo scorso 1 maggio, ma con il supporto della Comunità di Sant'Egidio c'è l'intenzione di replicare.


Da Concettina ai Tre Santi

La Caritas si mobilita per il Nepal

Immagine
Il dramma in Nepal, con migliaia di vittime e di dispersi, ha trovato subito la solidarietà internazionale. La Caritas ha avviato immediatamente una raccolta di fondi per aiutare la popolazione.
Il direttore di Caritas Nepal, padre Pius Perumana, ha dichiarato: «Si tratta del peggior terremoto di cui ho mai avuto esperienza; le scosse di assestamento sono state ancora molto forti e da quello che possiamo constatare al momento potrebbe trattarsi di una una situazione di grave emergenza. Grazie al cielo il terremoto si è verificato di giorno e durante una festività, cogliendo quindi molte delle persone all'aperto».

Speleologia e Disabilità

Immagine
La Federazione Speleologica Toscana sta preparando per il 9 maggio 2015, presso la sala congressi del Museo di Storia Naturale di Livorno, l’evento “Speleologia e Disabilità”. 
L’interesse e le esperienze realizzate ci fanno promotori in un ambito nuovo per la speleologia; questo progetto sarà realizzato grazie alla collaborazione attiva dei Gruppi Grotte e dei singoli speleologi che hanno sperimentato l’esperienza di accompagnare persone diversamente abili in una grotta, lasciando anche a loro spazio per raccontare le emozioni vissute. Una giornata dedicata alla conoscenza reciproca con l’obiettivo di vivere la grotta con modalità nuove. Gli speleologi metteranno in campo le loro risorse per rendere accessibile il mondo sotterraneo a tutte le persone, indipendentemente dalle proprie difficoltà. Un percorso che necessita di un linguaggio di espressione e di comunicazione con la persona disabile. Metteremo a confronto realtà, esperienze ed emozioni per capire quanto e cos…