Niente Barriere sara'in manutenzione per qualche giorno, ci scusiamo per eventuali disagi.

03 febbraio 2010

Dopo il DDL 733 e l'art. 50-bis, ecco servito il bavaglio a internet, grazie al Decreto Romani

Il sito di liberacittadinanza l'11 gennaio 2010 aveva pubblicato un appello riguardante il DDL 733 e sull'art. 50-bis. Il giorno dopo (dopo averlo letto), decisi di pubblicarlo su Niente Barriere. Ora grazie ad una vostra segnalazione, aggiorno il post modificando il titolo, in quanto è arrivata l'errata corrige:
"Da LiberaCittadinanza.it
ATTENZIONE: Ci scusiamo con i lettori, ma questa notizia non è veritiera. Infatti il DL n.733, noto come "Pacchetti sicurezza" è stato approvato al senato nell'estate scorsa, ma l'emendamento D'Alia è nato e morto in commissione non è mai arrivato in aula."
Ringrazio l'utente darkeagle84 (che ha commentato su Niente Barriere) per la pronta segnalazione, e mi scuso con i lettori del Blog per l'errore.

Malgrado ciò, non arretro neanche un pò nell'esprimere la mia totale contrarietà al tentativo di mettere dei paletti alla libertà di espressione, attraverso internet. Persino il Time ci ha paragonato alla Cina. Se passerà cosi come è stata pensato, male, questo Decreto, paragonerà un qualsiasi Blog, che al suo interno ha dei contenuti video, (anche citando fonti altrui come fa Niente Barriere) a qualsiasi emittente televisiva che trasmette in analogico, sul satellite o via internet. L'obiettivo è quello di incatenare i blogger, obbligandoli ad avere lo stesso trattamento giuridico di un canale televisivo. Con questo sistema sarà fuori legge anche Facebook, che grazie alle condivisioni video proposti dagli utenti, è diventato uno strumento d'informazione seguitissimo.

Per questo pubblico, anche per fare chiarezza, il PDF del testo del Decreto Legislativo n 169 sulla Tv, ribattezzato "Decreto Romani", che ho trovato pubblicato sul sito di Articolo 21 da Marco Bazzoni e sul Blog di Stefano Quintarelli.


Infine vi ricordo la bellissima iniziativa lanciata dai Blogger Claudio Messora e Enzo di Frenna: Mr. President, help Internet in Italy a cui Niente Barriere aderisce.


---

5 commenti:

Andrea De Luca ha detto...

Ciao Raimondo e bentornato! Ti ho linkato su Informare è un dovere. Fammi sapere quando mi hai linkato tu. A presto!

darkeagle84 ha detto...

ATTENZIONE: Ci scusiamo con i lettori, ma questa notizia non è veritiera. Infatti il DL n.733, noto come "Pacchetti sicurezza" è stato approvato al senato nell'estate scorsa, ma l'emendamento D'Alia è nato e morto in commissione non è mai arrivato in aula.

la notizia è una bufala ... ecco perchè nessuno ne parla!

Niente Barriere ha detto...

Grazie darke84

Stefano B. ha detto...

Una bufala? Non direi.
L'emendamento d'Alia è passato, in proposito potete leggete il testo della legge dal sito del Senato o più nello specifico il suddetto emendamento.

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Emend&leg=16&id=392701&idoggetto=413875

come potete notare stà scritto "APPROVATO"

Niente Barriere ha detto...

Grazie Stefano B., anche io ho trovato quella pagina del Senato e la pubblicai ma poi quando quel decreto è passato in seconda lettura alla Camera è morto a causa delle mille contraddizioni che aveva.. controlla accuratamente le date del decreto in questione e le date del Pacchetto Sicurezza e vedrai che è cosi. Ora la censura sulla Rete in Italia passa sul cosiddetto Decreto Romani che come saprai equipara i blog che producono video o che condividono un video da youtube ad un emitente televisiva. Pazzesco ... se la gente non si sveglia già son dolori adesso.. insomma sarà molto molto peggio!
Un saluto e benvenuto, torna quando vuoi :)