Niente Barriere sara'in manutenzione per qualche giorno, ci scusiamo per eventuali disagi.

23 ottobre 2008

Scuola: sondaggio online taroccato del Corriere

C’è un mistero e una grande polemica che impazza sul web e riguarda i sondaggi relativi all’uso della forza pubblica contro gli studenti, che protestano per il decreto della Gelmini.
Durante la mattinata di ieri due degli illustri imbonitori della Casta, spendaccioni senza lettori, ovvero il Corriere e Repubblica, lanciano un sondaggio online per capire l'orientamento dei lettori e dei visitatori, sulle dichiarazioni del Presidente del Consiglio che ieri ha difeso a spada tratta (usando armi non convenzionali) il famosissimo decreto (pseudo riforma) del Ministro Gelmini.

Ebbene non appena partito il sondaggio online, è parso chiaro l'orientamento dei cittadini, chiaramente contrari all’uso della forza: sul Corriere erano poco più del 60%, su Repubblica si superava l’80%.
Poi il fattaccio scoperto e messo in piazza (web) dagli stessi utenti che avevano votato.
Nel pomeriggio il sondaggio sul Corriere scompare dalla home page ...per ritornarci solo alla sera con un incredibile sorpasso: il “Sì” (a favore delle parole di Berlusconi) è in testa anche se di poco! Tanto che ieri il premier l'avrebbe citato nella famosa sciagurata conferenza stampa!!!
Ma come hanno fatto a votare i lettori, se il sondaggio in home non c’era?
Ecco allora che partono al Corriere tantissime segnalazioni, o meglio dire proteste. La voce incomincia a circolare nel Web, e la gente corre in massa a votare contro le parole del premier, portando, a tutt'ora, un imbarazzante (per il Premier) giudizio negativo di ben 92,3%

Per chi volesse votare il sondaggio del Corriere CLICCHI QUA

Per approfondire
http://www.ultimenotizie.tv/notizie-di-cronaca/polizia-nelle-universita-contro-loccupazione-degli-studenti.html
http://www.giornalettismo.com/archives/8352/polizia-berlusconi-atenei/


AGGIORNAMENTO DELLE ORE 16:00

«Non ho mai detto né pensato che servisse mandare la polizia nelle scuole. I titoli dei giornali che ho potuto scorrere sono lontani dalla realtà». Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, risponde da Pechino alle polemiche provocate dalle sue frasi rilasciate in conferenza stampa a Palazzo Chigi. (Fonte Corriere.it)

IL VIDEO DI QUELLO CHE AVEVA DETTO BERLUSCONI (Fonte CorriereTV)

....sia Benedetto Internet... :)))))))

16 commenti:

Stefano Flore ha detto...

Che tristezza... :(

Peppe ha detto...

Libertà, dov'è?

Aly ha detto...

Poverino,lo fraintendono sempre..ma nn è ke magari scopriamo ke soffre di sdoppiamento della personalità??:P
Cmq,andremo avanti ad okkupare se sarà necessario,ke mandi pure la polizia o i reparti d'assalto..
un saluto^^

Niente Barriere ha detto...

Dalle mie parti dicono che avere troppi soldi dà alla testa e da voi?

Ma che sciagurato...

Blogger ha detto...

Ahahha, fantastico, negherebbe pure di essere figlio di... Mamma Rosa!

Blogger ITALY ITALIA

Niente Barriere ha detto...

Eh si!!!!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Io cmq inizio a vedere nero. Se perfino un "innocente" sondaggi on line viene manipolato siamo davvero alla frutta.

Berlusconi.... beh che lui dica e si contraddica è risaputo, mi preoccupa di più questo clima da propaganda di regime.

Niente Barriere ha detto...

Io nero l'ho iniziato a vedere dai V-DAY di Grillo, specie l'ultimo che ha rischiato di farci vincere qualche battaglia. Ricordi il tema dell'antipolica durato molti mesi? Ricordi il terrore bipartisan dei nostri Dipendenti di allora? Ebbene nei media cosa è rimasto? Niente! Forse l'unico che lo nomina ogni tanto è Santoro.
Per il resto silenzio assoluto con Veltroni che ultimamente quando è andato a NewYork a comprare casa, in un intervista andata in onda su youtube sbertucciava chi gli chiedeva di Grillo: " ma che fine ha fatto Grillo??? Sono secoli che non si sente più"
La Casta ha cambiato tattica; torna a usare quella della prima repubblica, quando per tagliare le gambe a qualche tema importante c'era il silenzio assoluto, mentre per gli affari dell'agenda politica i commenti e i talk show si sprecano.
Questa è la politica italiana, inconcludente, un regime solidale tra di essi che ora più che mai sta attento a quel che dice e quel che fa, smemorato di Arcore a parte...
Per favore anche in clima rovente come oggi su tematiche scolastiche, non diamo leggitimazione a politici che faziosamente ora si schierano con gli studenti.
Abbiamo solo uno strumento contro di loro al momento: lasciamoli soli.
Loro, la Casta, non gli studenti.
Gli italiani pochi mesi fa sono stati bravissimi a impallinare la finta sinistra radicale inconcludente e radical schic, cerchiamo di usar gli strumenti democratici possibili per far sentire la voce del popolo.
Secondo me visto che ci campano e bene, se ne accorgeranno cosa devono fare.

Gennaro ha detto...

Siamo manipolati dal potere!
Buttiamo la tv dal balcone!

Andrew ha detto...

sia benedetto internet veramente! :)

Pupottina ha detto...

addirittura!

noooooooooooooo

Ale ha detto...

la repubblica non l'ha taroccato il sondaggio?

Niente Barriere ha detto...

Siamo in periodo di manifestazione ...domani... se l'avessero fatto la gente sarebbe andata per linciarli...serenamente e pacatamente però... :DDD

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Concordo con te sul fatto che per molte cose ci sia una solidarietà di Casta evidente purtroppo.

Osservo che oramai lo sfascio sembra sempre più irreversibile

Hai ragione, non lasciamo soli gli studenti, i loro genitori, i docenti, i Direttori ed i Presidi che lottano contro questa "manovra Gelmini"...

Niente Barriere ha detto...

Si ma mettiamo tutto quello che non va nella scuola, oltre che i tagli della gelmini, inaccettabili.
Università inutili, rettori che vengono eletti a vita, anzi a generazione (padre, figlio, nipote..)
Esempi c'e ne sono in quantità industriale.
E gli stipendi d'oro dei rettori che crescono ogni anno malgrado in 20 anni stanno sempre a tagliare per chi studia???
Non facciamo gli struzzi e apriamo gli occhi!!!!

Niente Barriere ha detto...

Hai ragione quando parli di irreversibilità dello sfascio.
Ma usiamo il cervello e combattiamo questo potere di Casta, solo cosi potremo rinascere e non appiattirci col pensiero unico che vuole davvero questa nostra classe politica.
Difendiamo la Democrazia vera non quella che oggi ci si propina, davvero di comodo...loro...