Massima accessibilità in Valgerola con il progetto "Tutti dappertutto"


Un progetto di eliminazione delle barriere spaziali, naturali, degli ostacoli morfologici, per rendere ancora più accessibile una montagna già aperta e “friendly”, o almeno una parte di essa
Un progetto di eliminazione delle barriere spaziali, naturali, degli ostacoli morfologici, per rendere ancora più accessibile una montagna già aperta e “friendly”, o almeno una parte di essa. Lavorando e “customizzando” spiazzi e versanti, per dare vita ad un sentiero esperienzale con sviluppo ad anello che racchiuda tutte le sfumature olfattive, i riscontri tattili, gli aspetti sensoriali e percettivi, i richiami culturali, storici ed educativi custoditi come peculiarità ambientali in contesto alpino, nella rinomata montagna lombarda.
Il 19 maggio a Gerola alta, prima grande valle laterale della Valtellina, Alpi Orobiche, in provincia di Sondrio e sulle montagne che sovrastano Morbegno si svolgerà l'inaugurazione delle installazioni locali per il progetto “TUTTI DAPPERTUTTO”. AZIONE finanziata in Valtellina e Valchiavenna da FONDAZIONE CARIPLO, che coinvolge e mette in rete 14 soggetti pubblici e privati «per promuovere un turismo per tutti, sociale, sostenibile e accessibile».
Obiettivo Massima Accessibilità, sono state abbattute nel corso dell'ultimo anno daivolontari delle varie zone e associazioni, molte barriere architettoniche, culturali e sensoriali. Attrezzati punti di osservazione geologica e botanica. Mappati in chiave turistica tutti quei luoghi, attività e servizi che possano accogliere anche persone condizionate da fragilità, costruendo per loro, e per tutti, itinerari ad hoc, che aprano «nuove modalità di vivere il turismo in Valtellina e Valchiavenna».
Parole d'ordine, implementare spazi e occasioni per un turismo sostenibile, sociale e accessibile, consentendo, come è stato sottoscritto dagli attuatori dei programmi di “abbattimento barriere”, «Di dare modo a quante più persone possibili, di fare una vacanza responsabile, rispettosa dell’ambiente, in montagna, operando all’insegna dell’equità e della solidarietà. Visitando l'ambiente alpino per godere del contatto con la natura in un contesto sicuro ed idoneo, utile al recupero psico-fisico. Assicurando alle località anche un ritorno economico e incrementando inoltre la capacità ricettiva nel comparto turistico locale».
 
PROGRAMMA
ore 10,00 conferenza stampa sala conferenze Ecomuseo, alla Casa comunale di Gerola;
ore 10,30 Presentazione giornata, “percorriamo tutti insieme il Tragitto multisensoriale” ritrovo piazza della Chiesa;
ore 10,45 saluti delle autorità e illustrazione progetto realizzato, ricognizioni allo spazio museale la Casa del Tempo e al nuovo Percorso sensoriale;
ore 11,00 visita alla Casa del tempo e agli spazi esterni;
ore 11,30 partenza per la visita al Percorso sensoriale, escursione libera sul tragitto, momenti guidati con educatori, e a seguire, ritrovo per il pranzo;
ore 13,00 pranzo
ore 15,00 conclusione

Fonte e Articolo Completo su www.valtellinanews.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Ecco chi ti ha rimosso dalla lista amici o ti ha segnalato su Facebook, limitando il tuo account

Come risalire ad un numero di telefono (fisso) che non conosciamo attraverso Pagine Bianche

Disattiva la Sidebar della Chat di Facebook