Niente Barriere sara'in manutenzione per qualche giorno, ci scusiamo per eventuali disagi.

25 gennaio 2010

Cuffaro dimentica i cannoli ma non la poltrona

Nei giorni scorsi l'ex Governatore della Regione Sicilia, Salvatore Cuffaro (clicca qua per visualizzare la sua pagina su Wikipedia) è stato condannato, in appello, a sette anni di reclusione per favoreggiamento aggravato dall'aver agevolato la mafia e per rivelazione di segreto istruttorio. Nel gennaio del 2008 era stato condannato in primo grado a cinque anni soltanto perché gli era stata esclusa l'aggravante mafiosa.

Fu in quella occasione che Cuffaro stupì l'Italia intera, quando dopo la lettura della sentenza, non trovò di meglio da fare che festeggiare, davanti ai giornalisti e ai fotografi, con un enorme vassoio di cannoli siciliani, soltanto perché la Corte gli aveva evitato l'onta di essere considerato un mafioso.

Cuffaro subito dopo la sentenza ha dichiarato ai giornalisti:
"So di non essere mafioso, so di non aver favorito la mafia. Ma questo non vuol dire che non si debbano dimenticare le sentenze. Le sentenze sono espresse dalle istituzioni e vanno comunque accettate. Ne sento la pesantezza come cittadino e questo non modifica il mio percorso politico."
Un discorso molto chiaro che ha portato successivamente il Senatore dell'Udc a far sapere che intende rinunciare ad ogni incarico nel suo partito, (è VicePresidente dell'Udc) ma non al suo posto tra i Senatori.

Infine eccovi un video, messo in rete dall'utente sobborghi di Youtube, che mostra un giovanissimo Totò Cuffaro, già militante della Democrazia Cristiana, inveire pesantemente contro Giovanni Falcone in una puntata speciale del Maurizio Costanzo Show (me la ricordo oggi come allora).



Visto il personaggio ...aspettiamo il terzo grado e poi ...credo che anche stavolta non ci annoieremo. Secondo voi sarà fatta giustizia e come andrà a finire?

Fonti e per Approfondire:

Nessun commento: