Niente Barriere sara'in manutenzione per qualche giorno, ci scusiamo per eventuali disagi.

16 giugno 2010

PNL, Ipnosi e DDL Intercettazioni



Nel post di oggi mi servirò della splendida video inchiesta effettuata dal bravissimo giornalista e blogger Enzo Di Frenna dal titolo: La tv italiana gestita dagli uomini Delta.

"Gli Italiani cercano disperatamente
qualcosa di decente da vedere in Televisione"
Nanni Moretti, La Repubblica, 2008

"... la progressiva banalizzazione diseducativa
dei programmi televisivi ha modificato
la percezione collettiva dei comportamenti ... "
Daniele Martinelli, Giornalista e Blogger - 2008

"Basta con questa televisione tutta uguale ..."
Fiorello, Corriere della Sera - 2008

" ..è la volta buona che mi libero
definitamente della tivù generalista
e abbandono RaiMediaset al suo trash..."
Alessandro Gilioli, Giornalista e Blogger - 2009

"Ci sono certe sere che uno guarda
i programmi televisivi,
i più brutti, e non riesce a staccarsi ..."
Aldo Grasso, Corriere della Sera - 2009

"La tv attuale è piena di risse
verbali e i giovani sono mortificati
con il velinume ..."
Renzo Arbore, Corriere della Sera - 2009


La tv italiana gestita dagli uomini Delta






Come si evince dal secondo filmato la tecnica che viene utilizzata per ipnotizzare e condizionare il cervello, e dunque qualunque scelta futura degli italiani, si chiama Programmazione Neurolinguistica, meglio nota con il nome di PNL. Il PNL è una tecnica di persuasione molto potente ideata da Richard Bandler e John Grinder, e che viene principalmente utilizzata nel campo della pubblicità e della psichiatria. Questa tecnica nel corso degli anni è sempre più utilizzata dal mondo della politica.



Ma cosa centra la PNL con la politica, la Televisione,
i Giornali, i Blog e il DDL intercettazioni?

Con l'approvazione del DDL Intercettazioni si chiuderà il cerchio sul disegno voluto dal sistema, (dai poteri forti di questo Stato) e si rafforzerà il "Pensiero Unico" che si è andato a creare dalle Elezioni Politiche del 2008, quando sono stati eliminate (democraticamente) molte voci pluraliste sociali e politiche di questa nazione.
Con il controllo totale dei contenuti audiovisivi, ma anche cartacei, sarà estremamente facile per chi ci governa ... governare. Uno degli obbiettivi principali del PNL è infatti quello che alla fine ci insegna a non pensare (!), ovvero ci accontenteremo di quello che passa nel convento e che ci è stato inculcato. Naturalmente la percezione della realtà dei fatti degli italiani ...sarà drogata, è già drogata ....e nel futuro sarà pari a zero.

Prima di concludere questo post non posso non citare i danni enormi creati a questa nazione dalla politica. Non essere intervenuti per tempo sul conflitto d'interesse tra editoria e politica, ci sta portando alla rovina. I pochi elettori che ancora conservano un pò di libero arbitrio, dovrebbero ricordarsi nel segreto dell'urna i nomi dei politici, (e in quale schieramento sono oggi) che hanno permesso tutto questo. Senza alcuna forma di dubbio sono loro i maggiori colpevoli della situazione che stiamo affrontando.

Nota finale: Silvio Berlusconi la PNL la conosce molto bene, esso ha voluto che fosse insegnata ai suoi dipendenti nel 1994, a Pubblitalia e alla Fininvest.

un saluto

Per approfondire leggi anche

5 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Post ben fatto. Non sapevo di questo PNL (sembra na sigla di partito) comunque sul fatto che la tv sia un mezzo di persuasione non avevo dubbi.

@enio ha detto...

per quanto riguardano le trasmissioni della TV pubblica, siamo messi malino e pare che da settembre saremo messi anche peggio!

Ernest ha detto...

una persuasione continua, in ogni casa!
un saluto

Dannox ha detto...

Non ho ancora visto il video, ma penso che basti parlare di calcio nei TG come già fanno per rimbambire chi non legge e non cerca informazioni.
Alla fine il problema principare saranno gli infortuni di qualche miliardario..e poi tutti a votare Silvio che vince di tutto col Bilan, ops Milan

Miryam ha detto...

Un post molto utile Raimondo. la realtà attuale.
L'ho sempre pensato, la televisione, così come è oggi concepita e così come è programmata dalla classe di potere che ci governa è la maggiore responsabile del pensiero, o meglio non pensiero, e delle scelte degli italiani. Ha iniziato con le sue tv, ora ha "sequestrato" anche Rai1 e Rai2e cerca di annientare Rai3.
Tg1 docet.
L'inghippo è tutto li.
La comunicazione gioca un asso fondamentale.
La sinistra, Violante e gli altri, sono i responsabili,per non aver risolto, radicalmente, il conflitto di interessi.
E, ancora oggi, non si oppongono energicamente a questo stato di cose indecenti. Ciao!