Niente Barriere sara'in manutenzione per qualche giorno, ci scusiamo per eventuali disagi.

06 novembre 2011

Aiutiamo Genova, ecco come fare


Da due giorni in tv passano le immagini terribili dell'alluvione che ha colpito la città di Genova causando morte e distruzione. Se per caso anche voi voleste dare una mano, per cercare di alleviare le sofferenze e disagi che stanno patendo le popolazioni colpite da questo immenso disastro, vi mettiamo a disposizione una lista di cosa da fare per aiutare le popolazioni colpite dall'alluvione:

  • Donare 2 euro inviando un sms al 45500 da cellulari Tim, Vodafone, Wind, 3, Postamobile e Tiscali;
  • Chiamare da rete fissa Telecom, Fastweb, Tiscali e Tele, sempre al 45500;

Sottoscrizione da parte di numerose banche, tra le quali:

  • Popolare di Lodi con le seguenti coordinate: n.conto corrente 433 codice Iban IT97A0516401418000000000433.
  • La Carispezia, con il conto corrente Emergenza alluvione presso tutte le filiali Carispezia, attivo fino a sabato 31 dicembre 2011. Il codice Iban è il seguente: IT28N0603010701000046860177.
  • Banca Intesa San Paolo con l’iniziativa Un aiuto subito. Alluvione Levante ligure e Lunigiana. Le coordinate sono: Codice Iban: IT 800 30 69 050 61 100 00 0000 567.

Caritas Ambrosiana:

  • Donazione diretta presso Ufficio Raccolta Fondi, via san Bernardino 4, Milano (orari ufficio)
  • Conto corrente postale n. 13576228 intestato a Caritas Ambrosiana ONLUS;
  • Conto corrente bancario presso l’ag. 1 di Milano del Credito Artigiano e intestato a Caritas Ambrosiana: ONLUS IBAN: IT16 P 03512 01602 000000000578;
  • Tramite carte di credito telefonando al numero 02.76.037.324 in orari di ufficio
  • Causale delle offerte (detraibili fiscalmente): “Emergenza Liguria e Toscana”
Inoltre vi ricordiamo che:

Lunedi' 7 novembre, le pensioni Inps e i bonifici domiciliari localizzati negli uffici postali resi inagibili a seguito dell'alluvione che ha colpito la citta' di Genova, saranno regolarmente in circolarita' di pagamento in tutti gli uffici postali della citta' e della provincia. Lo rende noto Poste italiane, aggiungendo che, fin dalle prime ore dell'emergenza, l'Azienda ha attivato un'unita' di crisi nella sede centrale di Roma, in costante contatto con i presidi territoriali e con la Protezione Civile, per mettere in sicurezza gli uffici postali e, nel contempo, predisporre un piano di graduale e tempestivo ripristino della funzionalita' delle strutture logistiche danneggiate. Poste Italiane ricorda che e' possibile donare 2 euro a favore delle comunita' colpite, inviando un sms al 45500. fonte (ASCA)

Nessun commento: