Niente Barriere sara'in manutenzione per qualche giorno, ci scusiamo per eventuali disagi.

02 giugno 2013

Martin, 20 anni: giocherà a calcio con la protesi alla gamba "OK dalla FIFA"



Dopo la tecnologia di porta, nel mondo del calcio arriva un'altra decisione rivoluzionaria.
La Fifa ha infatti autorizzato un giovane calciatore austriaco a poter scendere in campo con una protesi. Lo scrive il quotidiano austriacoKleine Zeitung. Il ventenne Martin Hofabauer, in forza all'UFCMiesenbach che partecipa al campionato Dilettanti della Stiria e al quale è stata amputata la gamba destra a causa di un tumore, aveva chiesto alla Federcalcio austriaca (OFB) il permesso a giocare con una protesi e ora è arrivato il tanto atteso via libera «a patto - hanno spiegato i tecnici della Fifa che hanno studiato la vicenda destinata ad aprire una nuova era nel mondo del calcio, sulla falsariga di quanto accaduto a suo tempo con Oscar Pistorius nell'atletica - che la protesi non costituisca alcun pericolo per il giocatore stesso, i suoi compagni di squadra e gli avversari».
Per i calciatori con disabilità si aprono dunque scenari del tutto nuovi eMartin Hofabauer, che diventa il primo a giocare partite ufficiali con una protesi, è destinato ad entrare negli almanacchi sportivi, come è capitato in passato al mezzofondista sudafricano. Il via libera della Fifa, ricostruisce il quotidiano austriaco, è arrivato il 3 maggio scorso (ma la notizia è trapelata solo oggi) dopo un lungo e approfondito esame: la protesi non deve però rappresentare pericolo alcuno per il giocatore in primis e per quanti quanti scendono in campo. Toccherà all'arbitro, prima del match, valutare e controllare lo stato della protesi e dare l'ultimo e decisivo via libera. «Ho sempre pensato positivo - ha dichiarato il giovane calciatore, che lavora nel settore dell'agricoltura meccanica - Sono però felice che la mia richiesta e la decisione conseguente possano aver aperto una breccia per aiutare tutti i calciatori disabili». In realtà, ha fatto sapere Hofabauer che ha parlato anche alla rivista tedesca 'Focus', in passato si era cimentato in qualche partita di calcio amatoriale, «anche perchè - aveva detto con un pizzico di ironia - con i calzini e gli scarpini, nessuno si è mai accorto di nulla».
Il caso Hofabauer ricalca quanto accaduto nell'atletica con OscarPistorius: il 13 gennaio 2008 la IAAF respinge la sua richiesta di gareggiare con i normodotati, ma la decisione viene ribaltata pochi mesi dopo dal Tribunale sportivo di Losanna sostenendo che «non esistono elementi scientifici sufficienti per dimostrare che Pistorius tragga vantaggio dall'uso delle protesi».

Nessun commento: