17 aprile 2012

Nodding Disease, la misteriosa malattia che sta uccidendo i bambini africani

GUARDA IL VIDEO!



Non ci si abitua mai a vedere un essere umano legato ad un albero come un cane o, al più, tenuto in catene nella propria casa. E' una scena terribile, un pugno allo stomaco e qualcosa che mi turba dal profondo del cuore. Purtroppo, non si può far altrimenti in questa parte dell'Africa poverissima carente di tutto, dove una misteriosa pandemia chiamata "Nodding Disease" (il nome deriva dall’inglese nod = annuire), sta colpendo migliaia di bambini, stranamente tutti compresi tra i 5 e i 15 anni. 
Solo in Uganda sono almeno 3.000 i bambini colpiti e i decessi sono oramai qualche centinaio. E' proprio l'Uganda il paese più colpito da questa nuova sindrome, ma la cosa preoccupante è che la Nodding Disease sta colpendo anche le Nazioni confinanti: la Tanzania e il sud del Sudan. Alcuni studi recenti mettono in relazione la Nodding Disease con l’Onchocerca Volvulus (responsabile dell’oncocercosi, una patologia che causa lesioni alla pelle e agli occhi che può condurre alla cecità) e la carenza vitaminica, mentre a quanto pare viene esclusa "stranamente" qualsiasi trasmissione da uomo a uomo. 
La Nodding Disease colpisce il sistema neurologico, producendo un forte ritardo mentale e come abbiamo già descritto, uno dei sintomi è il continuo movimento del capo su e giù (come per annuire). Inoltre, causa delle crisi tonico-cloniche al punto che inizialmente si pensò al una forma di epilessia (la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che la Nodding Disease è una malattia legata per l'appunto all’epilessia).

di Raimondo Orrù per Niente Barriere 
fonti ecoinchiesta.wordpress.com/

Nessun commento:

Proponi questo Post su OKNOTIZIE (CLICCA L'IMMAGINE QUA' SOTTO)

OkNotizie

Giornale Radio Sociale

Le speaker volontarie della solidarietà: Dora Millaci e Giusy Luvarà


Questo Blog sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee, quindi è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento i contenuti presenti in questo sito con l'unica condizione di citarne la fonte. Se qualche articolo violasse i diritti di qualcuno (copyright) segnalalo (manda una email a nientebarriere@gmail.com) e si provvederà quanto prima alla rimozione. Niente Barriere non è una testata giornalistica visto che lo stesso viene aggiornato soltanto quando l'autore ne ha la possibilità. Non può dunque considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/01. Ti ricordiamo infine che questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 Italia.

Licenza Creative Commons