Niente Barriere sara'in manutenzione per qualche giorno, ci scusiamo per eventuali disagi.

11 settembre 2011

Il Papa agli operai “Hanno dato agli uomini pietre al posto di pane”



L’appello del Papa davanti agli operai “Impegno contro disoccupazione e precariato”.


Benedetto XVI ad Ancona. La messa celebrata nell’area dei cantieri navali, davanti a tanti operai di aziende in crisi e allo loro famiglie. “Hanno dato agli uomini pietre al posto di pane”.

ANCONA – Serve un nuovo modello di sviluppo, “uno sviluppo sociale positivo, che ha al centro la persona, specie quella povera, malata o disagiata”. E’ questo l’appello lanciato dal Papa durante la messa nella giornata
conclusiva del congresso eucaristico ad Ancona. Una messa celebrata nell’area dei cantieri navali, davanti a tanti operai di aziende in crisi e allo loro famiglie.
Davanti a loro (e a circa 100mila persone) Benedetto XVI spiega come la “forza del potere e dell’economia” non siano sufficienti da sole a organizzare le società: “L’uomo cade spesso nell’illusione di poter trasformare le pietre in pane”, ma non si possono mettere da parte Dio, i valori, l’etica, confinandoli al privato, e “certe ideologie” che hanno tentato di farlo, cercando solo di assicurare “a tutti sviluppo” e “benessere materiale”, hanno fallito, dando agli “uomini pietre al posto di pane”. Perché tra  gli impegni imprescindibili dei cristiani c’è quello di restituire dignità al lavoro superando disoccupazione e precariato. “Una spiritualità eucaristica – afferma Benedetto XVI- è via per restituire dignità ai giorni dell’uomo e quindi al suo lavoro, nella ricerca della sua conciliazione con i tempi della festa e della famiglia e nell’impegno a superare l’incertezza del precariato e il problema della disoccupazione”.

La versione integrale di questo articolo è disponibile sul sito http://www.vip.it/

Nessun commento: