Niente Barriere sara'in manutenzione per qualche giorno, ci scusiamo per eventuali disagi.

09 ottobre 2012

Niente Barriere teatro per tutti Londra docet

Al National Theatre touch tour, display e raggiungibilità. La programmazione stabile per sodi e non vedenti. di Roberto Caramelli

Disability Rights Uk, charity nata a gennaio 2012 dalla fusione di varie organizzazioni tra cui la Royal Association for Disability, ha da poco pubblicato una Guida completa dell’accessibilità in tutto il Regno Unito e nella Repubblica d’Irlanda. Il volume curato dall’organizzazione nazionale di volontariato, è utile non solo ai cittadini inglesi ma anche ai viaggiatori stranieri con disabilità. Il numero maggiore di pagine è, naturalmente, dedicato a Londra, una delle città al mondo con meno barriere architettoniche, dove il 100 per cento dei black cabs, i taxi tradizionali, sono accessibili grazie all’ampia carrozzeria di serie e alla dotazione di rampe pieghevoli.
Londra è mecca dello shopping, dell’arte, da qualche anno di nuove tendenze gastronomiche, ma è soprattutto, da oltre un secolo, una delle capitali mondiali del Teatro. Al titolo di regina dello spettacolo si aggiunge un primato, quello di proporre una stagione teatrale permanente “accessibile” per diverse disabità, in uno dei teatri nazionali più prestigiosi, il National Theatre. La struttura, composta di tre sale e progettata dagli architetti Denys Lasdun e Peter Softley, fu costruita negli anni Settanta. L’accessibilità del complesso è ampia: parcheggi dedicati, ascensori, rampe, ingresso all’Auditorium dei cani per non vedenti. Gli spettacoli teatrali per diverse disabilità, come esperimento, nacquero una trentina d’anni fa in vari stage londinesi. Dal 2003, però, il National Theatre ha cominciato a inserirli in cartellone facendoli entrare, dopo un grande consenso di pubblico, stabilmente nella programmazione, accompagnati dalla dicitura “captioned performance”. In cosa consiste la loro “accessibilità”? Nelle file, ai diversi livelli, esistono come in tutti i grandi teatri londinesi, accessi e posti per le carrozzine, ma il National Theatre fa molto di più, permette di seguire ogni parte dello spettacolo anche ai sordi e ai non vedenti. Sempre più spesso, nel mondo, Italia compresa, per i sordi viene tradotto simultaneamente il testo con l’alfabeto dei segni. «Il National Theatre nelle tre sale, la Oliver, la Lyttelton e la Cottesloe, va oltre, soprattutto nella stagione che comincia ora: sul palcoscenico, in alto, sopra le teste degli attori, ha montato display visibili ovunque che mostrano tre righe di testo per volta, in lettere gialle su fondo nero», spiega Roz Chalmers che ha lavorato a lungo con chi non può udire e dirige il programma per disabili in collaborazione con le organizzazioni DeafWorks e Action for the Blind. «Il display non è automatico, viene diretto da una regia che segue passo passo le azioni», continua Roz Chalmers, «anche i rumori, come uno sparo, una musica, un movimento fuori scena, vengono descritti con le parole. «I display non sono nascosti ma inseriti come parte essenziale della scenografia, grandi e visibili».
I non vedenti, invece, un’ora prima dello spettacolo, salgono sul palcoscenico dove possono toccare ogni parte della scenografia; per certe opere classiche accedono ai camerini per entrare in contatto con i costumi; l’esperienza è chiamata “touch tour”.

IL TURISMO.Nel 2011 oltre mezzo milione di disabili ha visitato senza problemi il Regno Unito www.visitbritain.com

IL TUBE. Oltre 100 stazioni della metro londinese sono accessibili Tutte le nuove linee, come la Jubilee Line, non hanno barriere

I MUSEI. A Londra, 33 musei hanno la completa accessibilità. I teatri senza barriere, compreso il Globe Theatre, sono 26

I PARCHI. Nove grandi parchi londinesi hanno ottenuto il certificato di accessibilità, tra questi Hyde Park e Regent Park

PARALIMPIADI. I primi Giochi Paralimpici furono disputati a Roma nel 1960 ma vennero “inventati” in Gran Bretagna nel 1948.

Da La Repubblica del 2/10/2012


Niente Barriere è anche su Facebook 
Niente Barriere è anche su Twitter 
Niente Barriere è anche su Google+

1 commento:

@enio ha detto...

per sodi e non vedenti????? passsi per non vedenti, ma i sodi chi sono????